mercoledì 7 maggio 2014

VERIFICA PASCOLI ULTIMO CANTO

Prova a rispondere alle domande di verifica relative alla poesia "Ultimo Canto" di Giovanni Pascoli.
Per vedere la soluzione passa col mouse sulla striscia colorata.

Solo quel campo, dove io volga lento
l'occhio, biondeggia di pannocchie ancora,
e il solicello vi trascolora.

Fragile passa tra i cartocci il vento:
uno stormo di passeri s'invola:
nel cielo è un gran pallore di viola.

Canta una sfogliatrice a piena gola:
Amor comincia con canti e con suoni
e poi finisce con lacrime al cuore.


1)Da quale sezione della raccolta poetica "Myricae" è tratta la lirica?
"In campagna"

2)Indica la struttura della poesia, il metro e il tipo di rima
Tre terzine di endecasillabi con rima ABB, ACC,CDE

3)Individua l'unico enjambement della lirica e spiegane il significato
L'enjambement è presente al v. 1 "lento/l'occhio"" e con questa figura retorica il poeta ha voluto sottolineare proprio la lentezza dello sguardo che esplora il campo di grano. L'enambement ha proprio la funzione di rallentare il ritmo della poesia e mettere in risalto una parole, un concetto

4)Com'è il paesaggio descritto?
E' un paesaggio privo di presenza umana praticamente, la natura viene sentita come distante, lontana alle vicende umane

5)In quale stagione dell'anno ci si trova? Da cosa lo si può dedurre?
Siamo a fine estate, inizio autunno e lo si capisce dal fatto che è tempo di raccolta del granturco e per il sole che non è più caldissimo, è un "solicello"

6)E in quale momento del giorno? Quale elemento del testo ce lo fa capire?
Siamo al tramonto e lo si capisce dal fatto che il cielo "è un gran pallore di viola", cioè ha uno dei colori caratteristici del tramonto

7)Cosa simboleggiano il vento e gli uccelli?
Sono l'unica presenza "viva" della lirica, sono gli elementi che creano il movimento in una natura altrimenti statica. E sono anche presagio di sensazioni indefinite, quasi angosciose, che rimandano ad una realtà invisibile e sconosciuta. Sono sinonimi di solitudine, fragilità della vita, abbandono (il vento è fragile, i passeri volano in alto, lontani)

8)Esiste un elemento riferibile al lutto, alla morte nella lirica?
Sì: il colore viola del cielo

9)C'è una presenza umana nel paesaggio? Se sì, come viene rappresentata?
Sì, c'è una presenza umana: la sfogliatrice che però è di fatto "invisibile": sappiamo della sua presenza perché ne udiamo il canto, ma in realtà non possiamo vederla.

10)Quali elementi del testo fanno capire che gli ultimi due versi appartengono ad una canzone popolare?
L'espressione "canta a piena gola.." seguita dai due punti e la diversa musicalità dei due versi rispetto ai precedenti.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...